Il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari ha chiesto con una mozione la garanzia della possibilità di scelta delle modalità d’esame per gli studenti universitari. Questo considerato il perdurare della condizione pandemica.

Il CNSU chiede Garanzia della possibilità di scelta modalità d’esame di profitto, ovvero che:

  • il Ministero dell’Università e della Ricerca chiarisca le modalità di svolgimento di esami di profitto e prove finali su tutto il territorio nazionale, ribadendo la necessità di tenere in debita considerazione la condizione di quegli studenti che, relativamente alla possibilità di svolgimento delle suddette prove in presenza, potrebbero trovarsi in una situazione di impedimento legata alla preoccupazione circa i rischi per la salute propria e dei propri cari, allo status di studente fuori sede, all’obbligo di quarantena fiduciaria o a misure restrittive da c.d. zona rossa;
  • che si mantenga, con una linea comune a tutti gli Atenei italiani, la modalità mista fino al mese di settembre 2021 e che gli esami di profitto e le sessioni di laurea possano essere svolti in presenza. Ciò garantendo, altresì, agli studenti che lo richiedano, lo svolgimento delle stesse anche in modalità a distanza.

La speranza che venga garantita la salute di tutti e vengano fornite per tempo linee guida chiare a tutti gli studenti per poter sostenere in serenità gli esami di profitto e la sessione estiva, per la quale vi facciamo il nostro in bocca al lupo!

Carlo Giovani

Rappresentante in CNSU e CUN
[email protected]

Comments are closed