Erasmus+ e Brexit: Comunicato Stampa – 26 Marzo 2021

Erasmus+ e Brexit

Titolo: Risposte a lettera degli universitari su Erasmus+ e Brexit

Per rilascio immediato

26 marzo 2021

Unilab Svoltastudenti e Confederazione degli Studenti hanno ricevuto risposta alla lettera inviata ai politici europei ed italiani per richiedere attenzione sul Programma Erasmus+ in concomitanza della Brexit.


A qualche settimana di distanza dall’invio della lettera abbiamo ricevuto risposta da tutti i destinatari tranne che dal On. Ministro Di Maio. In calce riportiamo le lettere complete. Ecco le nostre richieste e le risposte ricevute:

Identità e Cultura Europea

📢 Il programma Erasmus+ è stato superato dal lancio del programma “Turing Scheme”. Quindi riconosciamo oggi il rischio di perdere dei tasselli importanti della nostra identità e della nostra cultura, ritenuti saldi fino a soli pochi giorni fa e in questo caso la possibilità di scegliere il Regno Unito tra le possibili mete. 

🇪🇺 In risposta, ci è stato spiegato come questa scelta sia stata fatta da Londra. La partecipazione al programma comune era stata offerta. La Commissione Europea è dispiaciuta da questa decisione, che priverà molti europei di questa possibilità di scambio. Inoltre rimane disponibile e pronta per negoziare futuri nuovi ingressi nel programma comune di scambio.

Impegno concreto su Erasmus+ e Brexit

📢 Chiediamo ai politici di prendere un impegno per la causa, prima che sia troppo tardi. Infatti l’obiettivo è dare una speranza ai più di tremila studenti italiani e ai circa trentamila studenti europei di mantenere saldi i rapporti di scambio culturale e formativo con il Regno Unito. 

🇪🇺 Al momento tutti i progetti in corso, finanziati entro il 2020, saranno sostenuti fino a conclusione. Inoltre nel programma 2021-2027 non si raggiungerà la cooperazione che esisteva con il progetto Erasmus+. Il Regno Unito eventualmente parteciperà come un Paese terzo non associato. Tuttavia ci saranno poche opportunità internazionali aperte a tutto il mondo (Jean Monnet e Erasmus Mundus Joint Master Degrees). Sarà disponibile anche lo scambio di studenti di formazione superiore e “Vocational Education”. 

Londra continui a essere una meta

📢 Mantenere i rapporti di scambio culturale e formativo con il Regno Unito, affinché la possibilità di fare un periodo di studio nel Regno Unito possa continuare a favorire l’arricchimento del bagaglio culturale degli studenti italiani.

🇪🇺 Nella risoluzione del 18 giugno 2020 il Parlamento Europeo ha rimarcato l’importanza del Regno Unito nel programma Erasmus+. Questo è in linea con i principi di partecipazione dei paesi terzi nei programmi comunitari. La decisione del Regno Unito è stata di distaccarsene. Si andranno a penalizzare gli studenti Europei e del Regno Unito. Speriamo che il Regno Unito valuti nel futuro la possibilità di ritornare ad essere parte integrante del programma.

La lettera che abbiamo inviato su Erasmus+ e Brexit:
http://bit.ly/LetteraUnilabConfedErasmus 

Le risposte complete:

Abbiamo portato il tema anche in Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari con una mozione.


Chi Siamo e Contatti – Erasmus+ e Brexit

Si trovano nella conclusione del precedente comunicato.