Mobilità e Regno Unito – CNSU febbraio 2021

Unilab Svoltastudenti ha portato nell’adunanza del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari di febbraio 2021 due mozioni riguardo Mobilità e il Regno Unito.

La prima mozione inerente la mobilità Erasmus chiede:

  • che, nel rispetto dell’autonomia dei singoli Atenei, il Ministero fornisca forti linee di indirizzo per facilitare la ripresa delle attività di scambio. Il Ministero inviti gli Atenei a collaborare e comunicare con le università partner europee per garantire il massimo livello di sicurezza possibile agli studenti in partenza. Che il Ministero fornisca indicazioni chiare agli studenti che si apprestano a partire per un periodo di mobilità studentesca all’estero. Il Ministero garantisca altresì la possibilità che i periodi di mobilità possano iniziare entro dodici mesi dall’accettazione del premio di studio, pena la restituzione totale del premio eventualmente già erogato;
  • che si propongano ulteriori misure di sostegno per gli Atenei in difficoltà nella gestione delle borse di mobilità estera. Che queste non siano puramente di carattere economico, quanto più di carattere logistico e organizzativo. Il tutto affinché le risorse abbiano possibilità di impiego, laddove la mancata pubblicazione del bando ne impedisca l’utilizzo;
  • che tutte le scadenze annesse alla presentazione del bando siano dilazionate per un tempo congruo. Questo per garantire agli studenti di espletare tutti gli adempimenti necessari in tempi congrui o quantomeno di consentire, nel frattempo, agli studenti di iniziare il percorso Erasmus+ in modalità blendend;
  • che gli studenti che hanno già sostenuto delle spese correlate al loro periodo di soggiorno all’estero con Erasmus ma ai quali è stata negata la possibilità di partenza vengano rimborsati. Alternativamente, che si formalizzi in tutti gli Atenei italiani e nei loro uffici internazionali, la possibilità di ripristinare le mobilità agli studenti vincitori;
  • Che vengano fornite garanzie e tutele riguardo a possibili necessari rimpatri anticipati o esigenze di sorta legate all’emergenza sanitaria sia per gli studenti.

La seconda mozione riguarda incece la Mobilità verso il Regno Unito. La mozione, approvata dall’organo chiede:

  • che il Ministero dell’Università e della Ricerca, di concerto con il Ministero degli Esteri, si adoperi per garantire continuità nei progetti di scambio studentesco. Questo in particolare modo con le università aventi sede nel Regno Unito, anche in forma telematica, a partire dal prossimo anno accademico 2021/2022;
  • che si avviino negoziazioni per permettere alle università italiane di inserirsi nel nuovo progetto di scambio studentesco con il Regno Unito;
  • che non cambino le condizioni economiche e accademiche previste da Erasmus per gli studenti delle università europee che trascorrono uno scambio studentesco con un’università del Regno Unito.

Questa mozione è la traduzione di quanto richiesto a inizio anno ai leader europei sulla Mobilità Verso Regno Unito. Abbiamo inviato una lettera ai leader europei, di cui abbiamo già spiegato qui e alla quale abbiamo ricevuto risposta.

Carlo Giovani

Rappresentante in CNSU e CUN
[email protected]