Interrogazione al Ministro dell’Università e della Ricerca l’On. Prof. Gaetano Manfredi – CNSU maggio 2020

Visto il clima di incertezza e le crescenti domande negli studenti di tutta Italia nei confronti della ripartenza il CNSU ha deciso di porre un’interrogazione al Ministro Gaetano Manfedi.

Le richieste che sono state fatte sono le seguenti:

  • che il Ministro dell’Università e della Ricerca fornisca ulteriori informazioni circa l’organizzazione e la gestione riguardante la restante parte della fase 2 e la fase 3;
  • in particolar modo, si ritiene fondamentale chiarire le modalità con cui verrà attuata la “didattica blended” a partire dal mese di settembre, per permettere agli studenti universitari e alle future matricole di potersi orientare adeguatamente a livello organizzativo in vista del prossimo anno accademico e in particolar modo, mettere gli studenti fuorisede nella condizione di prevedere un’eventuale sistemazione per il prossimo anno accademico;
  • se siano previste, nei prossimi decreti, misure a sostegno degli studenti fuorisede, per sostenere i costi degli affitti e delle tasse delle residenze universitarie che in questi mesi in molti continuano a pagare;
  • che venga fatta chiarezza sulle modalità di accesso ai corsi a numero chiuso;
  • che venga fatta chiarezza rispetto allo svolgimento dei tirocini MAECI per il bando relativo al gennaio 2020, prevedendo una deroga dello status di studente, per poter eventualmente prevedere una conversione dei tirocini curricolari in extra curricolari, sulla stregua delle proroghe previste per i bandi erasmus e/o una modalità smart working con garanzie precise da parte dell’ente ospitante;
  • che il Ministero espliciti il prima possibile eventuali decisioni riguardanti le modifiche dei criteri di merito concernenti l’assegnazione delle borse di studio;
  • infine chiediamo pertanto come intende porsi il Ministero riguardo alla tematica della fruizione della didattica da parte degli studenti fuorisede e i relativi costi sostenuti a causa dell’incertezza nella fruizione della stessa.

Auspichiamo in una pronta risposta del Ministro, considerato anche che questi dubbi accomunano tutti gli studenti nei confronti della prossima ripartenza.

Carlo Giovani

Rappresentante in CNSU e CUN
[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *