Doppia immatricolazione e diritto allo studio – CNSU marzo 2017

Oggi 8 Marzo si tiene la prima adunanza dell’anno del CNSU. Avremo modo di conoscere il nuovo ministro Valeria Fedeli e anche alla sua attenzione sono destinate le 2 mozioni che abbiamo preparato con il nostro gruppo consiliare Confederazione degli Studenti – Unilab Svoltastudenti.

La prima riguarda la doppia immatricolazione, ossia chiediamo la possibilità di immatricolarsi contemporaneamente a 2 corsi di laurea.

Questa possibilità è infatti preclusa agli studenti italiani da un Decreto Regio mai modificato dai tempi del fascismo (1933). La norma impedisce senza particolari ragioni l’ampliamente dell’offerta formativa delle università che potrebbero ad esempio offrire un corso unico giurisprudenza ed economia che in 5 anni conferisca entrambi i titoli. Questo vale anche per ingegneria e economia e via dicendo.

In particolare, per quanto riguarda invece le facoltà a numero chiuso, chiediamo che onde evitare di sottrarre posti ad altri studenti solo uno dei corsi scelti possa essere a numero chiuso.

 

Per quanto riguarda il diritto allo studio invece ci occupiamo con una mozione del tema del cosiddetto studente indipendente, figura che di fatto erode fondi del diritto allo studio senza avere nei fatti quasi mai reale bisogno della borsa di studio.

Questa figura è fondamentalmente un espediente per rappresentare lo studente come nucleo familiare unico per il calcolo dell’ISEE, in questo modo viene quasi sempre erogata la borsa di studio ma ciò non è collegato al fatto che lo studente tramite la sua famiglia sia privo di mezzi. Se uno studente è privo di mezzi non ha bisogno di ricorrere a tali espedienti che tra l’altro devono essere messi in atto almeno 2 anni prima dell’iscrizione all’università.

In un contesto in cui esiste la figura dell’idoneo non beneficiario non è  accettabile secondo noi che i fondi per il diritto allo studio siano erosi in questo modo da chi non ne ha bisogno.

 

 

Unilab Svoltastudenti

Autore: Mario Moschetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *